Translate

jueves, 26 de mayo de 2016

50. Ojos - Occhi - Eyes

“Gli occhi sono lo specchio dell'anima”


Così dice un vecchio proverbio che ci sarebbe molto utile davanti alle scelte che stiamo affrontando: aprire o chiudere le frontiere, accogliere o respingere, incontrare o marginare.  Queste scelte a livello nazionale li dobbiamo affrontare anche ciascuno di noi, ormai la presenza di stranieri non è una possibilità è una realtà ed è importante che io mi chieda con quale atteggiamento voglio vivere.  Voglio costruire “muri” che mi dividono da coloro che sono stranieri, diversi: per il colore della pelle, la religione, la nazione di origine.. ? o voglio costruire “ponti” guardando negli occhi per trovare un “anima” come la mia, con la stessa dignità.
Amnesty Poland ha fatto un piccolo “esperimento” per vedere se il vecchio proverbio è vero.  Loro hanno invitato rifugiati ed europei a sedersi gli uni davanti agli altri, guardandosi negli occhi per 4 minuti.  Questo video ci svela cosa è accaduto dopo.



Tanti vogliono dire la sua sui rifugiati, ma prima di giudicare ti invitiamo a guardare, conoscere, dialogare…
Solo quando ti siedi di fronte a una persona e la guardi negli occhi, non vedi più un rifugiato anonimo, uno dei migranti, ma vedi la persona, l'essere umano davanti a te, proprio come te - che ama, sogna, soffre...
Se anche tu vuoi #GuardareOltreiConfini contattaci.


“Los ojos son el espejo del alma” …


Así dice un viejo proverbio que si escucharamos hoy nos ayudaría mucho.  En un contexto en el cual cada vez más se quiere crear muros que dividen a aquel que es diferente de mí: por su nación, color de piel, religión… si guardamos con profundidad encontraremos un “alma” como la mía, con la misma dignidad.
Amnesty Poland ha hecho un pequeño “esperimento” para ver si el conocido proverbio es verdad. Ellos han invitado a refugiados y europeos a sentarse uno delante del otro, mirándose en los ojos durante 4 minutos. En este video comparten la profunda experiencia de encuentro.
Antes de juzgar a un desconocido, a un extranjero, a uno diferente de ti te invito a observar, conocer, dialogar… Solamente cuando te sientas delante de una persona y la miras en los ojos esta dejará de ser un número, un anónimo y comprenderás que es una persona, un ser humano como tú y yo– que ama, sueña, sufre…

#MasAlladelasFronteras


“The eyes are the mirror of the soul”…

Says an old proverb that would be very important to remember in a time when so many people are judged not “by the content of their character” but “by the color of the skin” by the religion he professes, from what makes him different or unique. If we would only look closer we would find a “soul” like mine, with the same dignity.
Amnesty Poland has made a small “experiment”, to see if the old proverb was right. They invited refugees and Europeans to sit in front of each other looking at each for four minutes.  In this video they share the profound encounters that where lived.
It’s easy to judge migrants or people that are different from us, but before judging I invite you to observe, get to know, speak to… Only when you seat in from of someone and look him in the eyes you will stop seeing a number and start seeing a person, a human being like you and me – who loves, dreams and suffers.

#LookBeyondBorders 


martes, 10 de mayo de 2016

49. Armamenti e rifugiati


Sai quante armi esporta l'Italia? Sai a chi esporta le armi?
Alcuni giorni fa è stata resa pubblica la relazione annuale con i dati.  Nel 2015 l'export di armi da guerra italiane è stato 8,2 miliardi di euro!!!
Non possiamo far finta di non sapere che le armi che inviamo ad altre nazioni vengono utilizzate per distruggere e uccidere Quanta responsabilità abbiamo noi del fatto che ci siano tante guerre nel mondo, e quindi anche tanti rifugiati? Tante lamentele per i rifugiati che arrivano in Italia, ma sull'esportazione di armamenti italiani si fa silenzio.  Le nostre azioni hanno conseguenze. Come dice questa immagine: "Se esporti armamenti dopo non lamentarti se importi rifugiati".  

Alcuni giorni fa uno dei richiedenti asilo spiegava ai giovani italiani: "Io non sono pericoloso, sono in pericolo".  
Perché sono "pericolosi" gli stranieri che arrivano qui, ma non sono "pericolose" le arme che esportiamo e uccidono tante persone?

Non rimanere indifferente, informati  e condivide questa informazione con altri!!! http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/LItalia-triplica-lexport-di-armi-.aspx



Armas y Refugiados
Hace unos días se presentó el informe anual de la exportación de armas italianas.  8.2 billones de euro, triplicando el total del 2014. 
En el 2014 los Estados Unidos de América exportó un total de 36.2 billones de dólares de armas!!! 
No nos tapemos los ojos, las armas solo sirven para destruir y matar. Nuestras acciones tienen consecuencias importantes.  ¿Cuánta responsabilidad tenemos de las guerras que hay en el mundo... si continuamos a enviar armas para que se perpetúen las guerras? Y después nos lamentamos si la gente escapa de su tierra y migra. 
La imagen dice: "Si exportas armas, después no te lamentes si importas refugiados."

¡No a la producción y a la venta de armas! #‎PazyDignidadParaTodos